Natale e Vigilia del Nuovo Anno a Medjugorje 2008

Other languages: English, Čeština, Deutsch, Hrvatski, Italiano

Natale a Medjugorje

La notte di Natale numerosi fedeli dei dintorni, così come da lontane parti del mondo, si uniscono ai parrocchiani di Medjugorje per celebrare qui il Natale. Quest’anno c’erano pellegrini da vari paesi europei ed anche gruppi da Hong Kong, da Macao e dalla Corea.

La preparazione per il Natale è stata contraddistinta dalla Novena sulla Collina dell’Apparizione. Ogni giorno alle 14 i parrocchiani ed i pellegrini hanno pregato il rosario sulla Collina dell’Apparizione e, dalle 17 in avanti, i sacerdoti hanno confessato. Molti fedeli hanno il desiderio di confessarsi a Natale proprio a Medjugorje. Ecco perchè numerosi sacerdoti della Provincia Francescana di Herzegovina sono venuti ad aiutare in questa parrocchia. Anche molti sacerdoti pellegrini hanno ascoltato le confessioni. Ogni giorno alle 6 c’era la massa all’alba ed ogni mattina la chiesa era piena.

La vigilia di Natale, fra la Messa della vigilia e la veglia di Natale, la Comunità "Cenacolo" ha presentato "il presepe vivente", un ora e mezzo di musical e spettacolo offerti dai ragazzi e dalle ragazze che sono stati, e da quelli che sono ancora, nella Comunità, provando ad imparare come vivere in modo nuovo, dopo l’inferno delle esperienze tra le droghe. Circa cento membri di questa Comunità rappresentano ogni anno a Medjugorje tre spettacoli: la vigilia di Natale, per la festività dei Santi innocenti, ed il 31 dicembre. Il primo presepe di Natale è stato fatto da San Francesco d’Assisi in una grotta a Greccio, in Italia, nel 1223. Molto presto si è trasformata in un'abitudine dell'ordine francescano e, dal 16° secolo, dell'intera chiesa.

Molti pellegrini vengono a Medjugorje perché desiderano sperimentare il Natale nel ricordo e nella semplicità, lontano dal rumore della città e dal modo secolare di celebrare questa festività. Per questo il presepe vivente può aiutarli molto, perché le rappresentazioni contribuiscono ad immaginare come poteva essere 2000 anni fa… alla conclusione della rappresentazione i fedeli, soprattutto i bambini - possono entrare in scena come pastori che si affrettano alla mangiatoia…

La Veglia è iniziata alle 22 con l’Adorazione del Santissimo Sacramento. È stata guidata da Fra Danko Perutina e da Fra Vjekoslav Milićević. Un gruppo di giovani parrocchiani ha cantato. La Messa di mezzanotte che è seguita, è stata presieduta da Fr. Miljenko Šteko ed è stata accompagnata dal canto del coro della parrocchia della Regina della Pace. Gli eventi nella chiesa sono stati trasmessi su un grande schermo nel salone giallo per tutti i coloro che non hanno potuto trovare posto in chiesa. Radio "MIR" - Medjugorje ha trasmesso tutto il programma di preghiera notturno. A Natale le Sante Messe sono state celebrate in circa 10 lingue.

Vigilia del Nuovo Anno

Parecchie migliaia di giovani pellegrini, provenienti da tutto il mondo, sono venute a Medjugorje per entrare in preghiera nel nuovo anno 2008. Il programma di preghiera è cominciato alle 22 con l’Adorazione del Santissimo Sacramento. L’hanno guidata Fra Vjekoslav Milićević e Fra Miljenko Šteko. Le meditazioni sono state tradotte in lingua inglese, francese, tedesca, italiana, russa, polacca, slovacca, ceca, rumena, coreana, araba e cinese. La Santa Messa, presieduta da Fr. Svetozar Kraljević e concelebrata da circa 100 sacerdoti, è cominciata a mezzanotte ed è finita all’1.30 circa. Il riassunto dell’omelia è stato tradotto in inglese, francese, tedesco ed italiano.

Questa veglia per il nuovo anno è stato accompagnata musicalmente da un coro e da un'orchestra internazionali, formati per questa occasione speciale e diretti dal Prof. Martin Pero Boras.

Tutta la zona intorno alla chiesa ed intorno all’altare esterno era piena e l'intero programma è stato trasmesso su un grande schermo nel nuovo salone e sotto la tenda. Radio "MIR" - Medjugorje ha trasmesso l'intero programma di preghiera notturno dalla Chiesa di San Giacomo di Medjugorje.

Dopo la Messa i giovani sono rimasti per molto tempo davanti alla Chiesa cantando e ballando.

 


Perché Dio possa vivere nei vostri cuori, dovete amare.