Medjugorje Libro Bigio

Aprite i vostri cuori a Maria Regina Della Pace

Other languages: English, Italiano

Che significa pregare il Rosario?

Che significa pregare il Rosario? Il Rosario è la preghiera biblica meditativa e domandando a noi il Rosario la Madonna vuole che noi ci avviciniamo ai misteri della vita di Gesù e anche della sua vita, che ci avviciniamo ai misteri della Redenzione.

La preghiera è una vita con il Signore non solo una parola per il Signore. Allora non basta dire cento cinquanta A ve Maria ma dire una parola al Signore. La Madonna in un messaggio ha raccomandato il Rosario intero.

Ha detto: «Cari figli, pregate, digiunate col cuore: non lasciate che il digiuno o la preghiera diventino una routine, un costume tra voi. Tanti hanno cominciato a pregare e a digiunare perché gli altri lo fanno. Pregate col cuore».

E alla Parrocchia ha detto: «Ringraziate il Signore con il digiuno e la preghiera perché mi ha concesso di rimanere tanto tempo con voi».

Allora pregare un Rosario non significa recitare solo Ave Maria: recitare, pregare il Rosario significa in ogni mistero cercare per se un impulso concreto per la vita. Significa allora approfondire la preghiera.

Concretamente si può cominciare con 10 minuti la mattina per la preghiera, con un mistero. Per esempio, il primo gioioso: io sono pronto a fare la tua volontà, dove la Madonna ha detto: «Si faccia in me la tua volontà: Ecce ancilla Domini».

Quando si dice contempliamo l'annunciazione del Signore si deve prendere del tempo e contemplare. E contemplare significa allora cercare che significa per me oggi la volontà del Signore. Dove mi vuole il Signore? Che aspetta il Signore oggi da me? Dove posso oggi fare la volontà del Signore?

Se noi non troviamo il tempo e non preghiamo in questo modo siamo in pericolo che la nostra preghiera diventi solo la preghiera delle labbra. La Madonna, allora, domandando che noi contempliamo ogni giorno tutti i misteri che la Chiesa propone nel Rosario, vuole che la vita di Gesù ci parli. E io dico questo: nel momento in cui la parola o un mistero della vita di Gesù o della Madonna comincia a parlarci, comincia la nostra conversione. Questo significa: comincia un cambiamento nella nostra vita, nel nostro comportamento.

Un problema più grande che dice la Madonna è «Pregare con il cuore»: non è problema di sapere. Noi conosciamo il messaggio. Il mondo lo conosce da 2000 anni: pace, conversione, preghiera. Noi siamo diventati come sordi, come ciechi. Non cerchiamo più il Signore..

La Madonna vuole che la parola del Signore cominci a parlarci. Un esempio: in ogni famiglia cristiana esiste una Croce. E tante volte, davanti alla Croce, cosa facciamo? Non perdoniamo agli altri, facciamo i conflitti, bestemmiamo... La Croce è la parola sul perdono, sull'amore, sul sacrificio, sulla vita eterna.

E se non ci parla, perché l'abbiamo?

Quando si guarda la Croce, devono nascere impulsi nuovi per la nostra vita con il Signore e per la vita con gli altri.

Una esperienza di un uomo: «Io ho cominciato a digiunare ed a pregare con mia moglie e i bambini. Volevo pregare con loro e la prima esperienza era che la mia preghiera è distratta. Dopo aver cominciato a digiunare la prima esperienza era: sono distratto, mi sono detto: "Mai ho preso la parola del Vangelo sentita nella Chiesa...". Adesso che ho visto che cosa succede durante il digiuno ho sentito che la Parola non mi lascia più in pace, non mi lascia più. Ho sentito che cosa devo fare».

E dopo mi ha raccontato che era in lite con suo fratello da tanti anni e in un momento «mi sono trovato libero dopo il digiuno: potevo andare da mio fratello e cercare la riconciliazione. Senza digiuno io potevo essere cristiano e nello stesso tempo litigare con mio fratello. Adesso ho capito che la Parola del Signore vuole un cambiamento radicale da me».

Io credo che questo esempio ci dica che questo deve succedere per tutti noi: che la Parola cominci a parlarci e cominci a cambiarci. E questo significa la conversione nel messaggio di Medjugorje. Questo significa cambiare la vita secondo la volontà del Signore: e la volontà del Signore si può trovare nella sua Parola se sentiamo col cuore aperto.

La Madonna ci ha spiegato in un messaggio perché domanda tante preghiere: Ha detto: «Carissimi, ho bisogno ancora delle vostre preghiere. E se qualcuno mi domanda: perché pregare tanto? Vi dico: guardate un po' attorno a voi e vedrete tanti peccati. Pregate perché il mio Figlio abbia a perdonare».

Allora la Madonna ci invita non solo a cambiare la nostra vita, ma anche a pregare, aiutare che i piani del Signore e della Madonna siano realizzati.

E domandando a noi la preghiera, la preghiera continua, una vita col Signore più radicale, la Madonna ci ha fatto responsabili della pace.

Chi può portare la pace a noi? Solo gli uomini, la gente che ha il cuore nuovo. Questo. significa che perdonano, che si riconciliano. Senza perdono, senza riconciliazione non è possibile la pace. Allora chi può perdonare, chi può riconciliarci?

Noi abbiamo una dimostrazione della pace, della conversione. E questo è difficile.

E voi lo sapete: tante volte è più facile dare qualche soldo che perdonare.

E la Madonna dice che la preghiera e il digiuno sono i mezzi per noi che cominciamo radicalmente a cercare il Signore.

(P. Slavko Barbaric - Medjugorje 6 ottobre 1984)

Precedente : Tutto il Rosario
 


Perché Dio possa vivere nei vostri cuori, dovete amare.