Medjugorje Libro Rosso

Pregate con il Cuore

Other languages: English, Italiano
Contenuto dell'articolo
  1. « Pregate, digiunate, abbiate fede »
  2. « Non posso parlarvi, non posso darvi delle grazie, finché siete chiusi »
  3. « Pregate ed amate tutti gli uomini »
  4. Io devo desiderare di essere come Gesù
  5. « Apritevi a Dio e Dio potrà agire tramite voi »
  6. « Tante volte vi ho dato la mia benedizione e l'avete persa »
  7. Il momento della preghiera è il momento della trasfigurazione dell'anima
  8. Continuate a crescere nella pace, nella riconciliazione, nell'amore
  9. « Al Signore di tutti i cuori »
  10. « Vi proteggo col mio mantello »
  11. « Sconfiggete Satana con il Rosario in mano »
  12. « Sono quattro anni che vi invito alla conversione »
  13. « Entrate in lotta contro Satana
  14. La Madonna ci fa responsabili per la pace in questo mondo
  15. Qui parla il cielo
  16. La lotta tra la Madonna e Satana è una lotta soprannaturale e ci vogliono i mezzi soprannaturali
  17. « Pregate per la realizzazione di tutto ciò che Dio sta programmando in questa Parrocchia »
  18. Siamo tutti invitati alla pace e alla riconciliazione
  19. La fede che la Madonna vuole che impariamo è un abbandono al Signore
  20. È Dio che vince Satana
  21. Accogliete l'annuncio della Madonna e tutto il resto sarà cambiato
  22. Consacrarsi alla Croce
  23. Fate le domande a Dio
  24. Dio ha deciso di purificare il mondo
  25. « lo ti do il mio amore, perché tu lo dia agli altri »
  26. C'è da convertirsi subito
  27. «Confessatevi anche dei più piccoli peccati, perché quando andrete all'incontro con Dio soffrirete di aver dentro di voi un peccato»
  28. L'unico atteggiamento del cristiano verso il futuro è la speranza
  29. In questo periodo Dio e la Madonna vogliono delle persone pronte ad offrire tutto
  30. «Tutto ha il suo tempo»
  31. Se ci mettiamo a disposizione di Dio, è Dio che ci guida
  32. La Madonna fa nuovi passi da per tutto
  33. « Se voi voleste accettare il mio amore, non pecchereste mai »
  34. « Voi ancora non capite il mio grande amore, affrettatevi a capirlo »
  35. Il compito di noi cristiani è quello di vivere la speranza e la pace
  36. Non potete pregare profondamente fino al momento quando sarete offerti a Dio
  37. La Madonna vuole vestirci di santità, di obbedienza e di bontà per la venuta del Signore
  38. Credo, significa decidersi per Dio
  39. «Io sono vostra Madre, vi amo e desidero incitarvi continuamente alla preghiera»
  40. Tutti coloro che ascoltano i messaggi della Madonna appartengono alla sua Parrocchia
  41. « Avete dimenticato che state nella mia mano »
  42. « Preparatevi per il Natale con la preghiera, la penitenza ed opere di amore »
  43. La conversione dura tutta la vita
  44. La Madonna vuole che cominciamo a vivere radicalmente la nostra vocazione
  45. « Abbandonate i vostri cuori a me »

Meditazioni di P. Tomislav Vlasic e P. Slavko Barbaric dal luglio al dicembre 1985

A MARIA REGINA DELLA PACE con amore dai figli dei gruppi di Milano e Lecco

"Il momento della preghiera è il momento della trasfigurazione dell'anima, perciò dobbiamo essere pronti a mettere tutto sulla croce, perché soltanto se l'uomo vecchio muore saremo trasformati. Dobbiamo permettere a Gesù di fare questa trasformazione, questa trasfigurazione della nostra anima. Ecco, il mio desiderio è che voi seguiate questi messaggi in modo particolare attraverso una preghiera continua, quotidiana,. silenziosa, profonda, per essere trasfigurati.

E sarebbe bello, bellissimo, se la gente potesse dire di voi: "La cosa più bella sono gli occhi di quell'uomo che ho incontrato oggi sulla strada". Se noi fossimo così testimoni davanti alla gente, presto il mondo sarebbe cambiato, trasfigurato. Cercate di farlo per essere testimoni della trasfigurazione di Gesù nei vostri cuori ».

(P. Tomislav Vlasic, 6 agosto 1985)
Milano, 10 marzo 1986

Il momento della preghiera è il momento della trasfigurazione dell'anima

Benvenuti.

Ho pochi minuti da dedicarvi. Dirò solo qualche parola, comunque voi siete ricolmi delle grazie. Venite da Medjugorje, avete pregato e io non vorrei ripetere quelle notizie che avete sentite anche ieri sera, ma vorrei dirvi un'altra cosa: voi tutti desiderate conoscere Dio, conoscere la Madonna. Prima di tutto credo che ciascuno di noi desidera vedere la Madonna come la vedono i veggenti: potete vederla in diverse maniere. Uno scrittore austriaco che ha vissuto, molto in America latina, in un suo romanzo dice che la cosa più bella del mondo sono gli occhi di sua madre il venerdì sera. Perché? Perché il venerdì prega e digiuna molto. I mezzi per arrivare ad una limpidezza interiore sono due: la preghiera e il digiuno.

La Madonna ci invita continuamente a pregare e a digiunare per arrivare a questa limpidezza interiore.

Allora possiamo incontrare la Madonna e incontrare Dio. Ma questa realtà di cui parlo è la realtà per cui pochi desiderano incontrare la Madonna così, incontrare Dio così. Tutti vorrebbero vedere i segni esteriori: voi avete sentito, domenica scorsa, che i segni esteriori non ci salvano, perché Gesù ha detto: « Cercatemi non perché avete visto i segni, ma perché avete mangiato il pane che vi ho offerto ».

Questa limpidezza interiore, questa purità interiore, ci conduce proprio alla visione interiore di Dio. È uno stato d'animo nella preghiera. Se le nostre preghiere non finiscono a vedere Dio, a sentire Dio, a incontrare Dio, le preghiere non sono riuscite.

Ed ogni preghiera, ogni digiuno, ogni forma di preghiera e di digiuno dovrebbero portarci a questo atteggiamento: vedere Dio, incontrare Dio, trovare, arrivare ad una chiarezza interiore, ad una sicurezza; quando tutto è comprensibile, tutto è chiaro, quando possiamo fare tutto secondo la forza divina.

Arrivare a questa limpidezza vale più che vedere la Madonna nel modo in cui La vedono i veggenti, perché loro devono sforzarsi di arrivare a questa limpidezza come dobbiamo sforzarci anche noi. La realtà più profonda delle visioni sono le virtù: fede, speranza e amore. Arrivare a questa fioritura dell'anima vuol dire arrivare proprio ad ottenere lo scopo della nostra fede: l'unione con Dio. Cercate di praticare la fede e i messaggi che la Madonna ci ha dato.

È inutile che noi andiamo a Medjugorje mille volte se non cerchiamo di realizzare quei messaggi, in maniera molto semplice, semplicissima, per arrivare a questo stato d'animo. L'unica cosa che importa nella vita spirituale è entrare in amicizia con Dio; quando siamo vicini, quando tutto è aperto nelle nostre anime, allora Dio costruisce tutto in noi. E allora le piccole cose che ci disturbano ogni giorno, non ci disturbano più; è Dio che ci dà la vita.

Voglio dirvi questo proprio oggi quando la Chiesa festeggia la Trasfigurazione di Gesù sul monte. Sapete bene che la Trasfigurazione non è avvenuta nello stadio e neanche sulla strada, ma nel silenzio della montagna dopo una lunga preghiera che Gesù ha avuto con gli amici scelti: gli Apostoli Pietro, Giovanni e Giacomo. Si è ritirato nel silenzio della preghiera e allora è avvenuta questa Trasfigurazione.

Questo non è soltanto un segno per noi, ma è anche una indicazione di come possiamo arrivare a questa trasfigurazione interiore, spirituale, attraverso la preghiera; però attraverso la preghiera nella quale non siamo noi a parlare - soltanto noi a parlare, ad indicare a Dio le strade e ad indicare a Dio i nostri desideri - ma piuttosto la preghiera è il momento nel quale noi lasciamo fare a Dio in noi, cambiare noi stessi.

Mi è piaciuta l'esperienza di uri medico italiano il quale è stato qui un mese fa. Dice che negli ultimi anni si è accorto che è entrato in un ingranaggio della vita: corro, corro, corro, dimentico la famiglia, dimentico Dio. Non che io sia contrario a Dio, però non riesco a fermarmi, a stare davanti a Dio. E - dice - ho pregato così: «O Dio fermami! Mandami qualche prova altrimenti io, che non sono capace di fermarmi, sarò perduto ». Alcuni mesi dopo ha avuto una paralisi e dice: « Quando ho ricevuto questa malattia ed ero nell'ospedale, allora mi sono ricordato di quella preghiera ed ero contento. Così, paralizzato, stavo davanti a Dio e riflettevo e cercavo di abbandonarmi completamente a Dio, di cominciare una vita nuova. E come mi abbandonavo interiormente, così anche la mia malattia spariva. Dopo alcuni mesi sono guarito e sono venuto a Medjugorje per ringraziare Dio, perché mi ha dato la malattia ».

È molto importante che noi ci mettiamo davanti a Dio così pronti, abbandonati, anche con la preghiera: « Dio, se io non sono capace di camminare prendimi per mano. Se non sono capace di fermarmi in questa corsa, fermami tu, aiutami, mandami anche le prove ». Il momento della preghiera è il momento della trasfigurazione dell'anima, perciò dobbiamo essere pronti a mettere tutto sulla croce, perché soltanto se l'uomo vecchio muore saremo trasformati. Dobbiamo permettere a Gesù di fare questa trasformazione, questa trasfigurazione della nostra anima. Ecco, il mio desiderio è che voi seguiate questi messaggi in modo particolare attraverso una preghiera continua, quotidiana, silenziosa, profonda, per essere trasfigurati.

E sarebbe bello, bellissimo, se la gente potesse dire di voi: « La cosa più bella sono gli occhi di quell'uomo che ho incontrato oggi sulla strada ». Se noi fossimo così testimoni davanti alla gente, presto il mondo sarebbe cambiato, trasfigurato. Cercate di farlo per essere testimoni della trasfigurazione di Gesù nei vostri cuori. Per questo vi darò la benedizione.

Vi prego di' una cosa: di solito dopo la benedizione comunitaria vengono le persone che vogliono una benedizione speciale. Spesso è un segno che contate troppo poco sulla benedizione che si dà in chiesa durante la Messa. Siate pronti ad accogliere la benedizione quando Dio vi dà la benedizione, ve la dà quanta ne volete, non dà la benedizione a misura; è un buon Padre.

Raccoglietevi adesso per essere pronti ad accogliere questa benedizione.

Signore Gesù Cristo, tu hai scelto Pietro, Giacomo e Giovanni per pregare con loro e trasfigurarti sul monte Tabor, tu hai chiamato queste persone a Medjugorje, le hai chiamate ad una preghiera più profonda. Ti prego, per mezzo dello Spirito Santo, fa' che queste persone siano trasfigurate. Togli ogni amarezza dalle loro anime, ogni aggressività, ogni depressione, ogni preoccupazione. Togli Gesù Cristo, Ti prego, ogni corsa nella vita, per guadagnare, per riuscire nella vita.

Cambia le situazioni familiari e personali, ogni malattia dell'anima, ogni peccato, ma anche, se Tu vuoi, ogni malattia del corpo. Fa', Signore Gesù Cristo, che gli occhi e le anime delle persone qua presenti siano trasfigurati, affinché siano testimoni della Tua presenza e della presenza di Tua Madre.

Signore Gesù Cristo, ti prego di trasfigurare i loro familiari, i loro parrocchiani, i loro compagni, i loro amici e anche i loro nemici. Fa' trasfigurare l'intero paese. Signore Gesù Cristo, Tu sei stato trasfigurato tra gli apostoli per essere manifestato dopo a tutto il mondo, fa' che la Chiesa intera, insieme col Papa, col nostro Vescovo e tutti i rappresentanti sia trasfigurata, sia un segno per il mondo, come Tua Madre Maria è il segno per la Chiesa, fa' che tutto il mondo sia salvato.

E io vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Vi prego in modo particolare in questi giorni di pregare per Medjugorje, per l'intenzione della Madonna, come disse nell'ultimo messaggio. Satana ha deciso di prendere una parte del suo programma per distruggerlo.

Allora pregate affinché il programma della Madonna non sia distrutto, ma sia realizzato.

Auguri e buon viaggio.

(P. Tomislav Vlasic - 6 agosto 1985)

 


Perché Dio possa vivere nei vostri cuori, dovete amare.