Riflessioni sui Messaggio di Medjugorje, 25 maggio 2000

Other languages: English, Deutsch, Español, Français, Italiano

 

Messaggio di Medjugorje, 25 maggio 2000 [O]

"Cari figli, gioisco con voi e in questo tempo di grazia vi invito ad un rinnovamento spirituale. Pregate, cari figli, che lo Spirito Santo dimori in pienezza in voi così che siate capaci di testimoniare nella gioia a tutti coloro che sono lontani dalla fede. Pregate, cari figli, specialmente per i doni dello Spirito Santo, affinchè nello spirito dell' amore ogni giorno ed in ogni situazione siate più vicini al fratello e nella sapienza e nell' amore superiate ogni difficoltà. Io sono con voi ed intercedo per ognuno di voi presso Gesù. Grazie per aver risposto alla mia chiamata. "

Ecco il messaggio che ci ha dato la Madonna un mese prima del 19° anniversario. Vorrei solo ricordarvi quello che ci ha detto il 25 aprile. Allora ci ha chiamati alla conversione e ci ha ammoniti a non preoccuparcitroppo delle cose materiali, ma ad occuparci di più delle cose spirituali eci ha anche invitati alla conversione personale. Ha detto: "Decidete ogni giorno di dedicare il tempo a Dio e alla preghiera, finché la preghiera diventi per voi un incontro gioioso con Dio. Solo così la vostra vita avrà senso". E non dimentichiamo che alla fine ci ha invitati a contemplare "con gioia la vita eterna". Io vorrei solo segnalare che ogni conversione è conversione personale, perché noi possiamo e dobbiamo pregare per la conversione, ma convertirsi nel nome di un altro naturalmente non si può. Così la conversione è sempre un atto personale perché si tratta di una rinuncia, di una lotta contro il peccato, contro il male e per il bene. Per questo è bene ripetere che la conversione dura tutta la vita, perché la lotta contro il male e la lotta per il bene durano tutta la vita. E non dimentichiamo anche di pensare alla vita eterna e di meditarla con gioia.
Adesso proviamo ad entrare un po' in questo messaggio che la Madonna ci ha dato stasera 25 maggio. Come in diversi altri messaggi, si vede che la Madonna si adegua al tempo particolare dell'anno liturgico e anche a quello che noi viviamo come pellegrini della Regina della Pace. In questo messaggio direi che ciò avviene due volte. Ci prepariamo all'ormai vicina festa della Pentecoste: dopo l'Ascensione comincia la novena allo Spirito Santo. E insieme noi ci prepariamo anche per il 19° anniversario dall'inizio delle apparizioni, anniversario nell'anno giubilare. Per questo credo che la Madonna dica "gioisco con voi". Veramente sono tante le ragioni per questa gioia; basti pensare alle tante grazie ricevute in questi anni, alle tante conversioni, confessioni e anche alle guarigioni fisiche e spirituali. La Madonna non dimentica tutti coloro che sono venuti, che sono diventati pellegrini con Lei. Dico "con Lei" perché il Papa ha scritto già nel 1987 nell'enciclica "Madre del Redentore" che Maria è peregrinante in questo tempo, insieme con la Chiesa pellegrina e vuole preparare la Chiesa e tutti noi per il grande Giubileo. Ecco tante ragioni per la gioia e per il ringraziamento.
"In questo tempo di grazia vi invito ad un rinnovamento spirituale". Io credo che tutti coloro che hanno fatto un pellegrinaggio a Medjugorje o in altri luoghi, sanno che cosa significa questo: rinnovare la preghiera personale e nella famiglia, più fervore nella partecipazione alla Messa, nell'adorazione, nella confessione. Questo significa rinnovamento spirituale.
Poi si riferisce proprio alla festa della Pentecoste che celebreremo il mese prossimo: "Pregate, figlioli, che lo Spirito Santo dimori in pienezza in voi" e vuole che testimoniamo "la gioia a tutti coloro che sono lontani dalla fede". Naturalmente questa frase ci riporta col pensiero alla Madonna e agli Apostoli che nel Cenacolo hanno pregato per nove giorni; quando poi è venuto lo Spirito Santo, sappiamo con quale gioia e coraggio sono usciti dalla casa dove si nascondevano e, come dice S. Luca, con tanta sapienza e forza dello Spirito hanno dato la testimonianza. Tutti capivano perché li sentivano parlare nella loro lingua e molti si convertivano. (Atti cap. 2). Anche oggi Maria desidera che lo Spirito Santo dimori in pienezza in noi, ma dobbiamo pregare per questo: solo così potremo testimoniare la gioia ai lontani dalla fede. Questa gioia può darla solo lo Spirito Santo. Purtroppo sono tanti coloro che sono lontani dalla fede. E qui pensiamo anche alle intenzioni della Madonna che dal 1987, ogni 2 del mese, prega con Mirjana per i non credenti, affinché facciano esperienza dell'amore di Dio. Ma ci ha detto anche: "tramite voi riscoprino Dio e il Suo immenso amore". Ecco qui un forte impulso per prepararci bene e vivere bene la novena dello Spirito Santo. Però questa grazia la dobbiamo chiedere tutti i giorni.
Poi la Madonna ci consiglia e ci invita a pregare specialmente per due doni dello Spirito Santo: il dono dell'amore e il dono della sapienza. Per il dono dell'amore dice: "ogni giorno ed in ogni situazione siate più vicini al fratello". Con la preghiera e con la fede possiamo fare un passo avanti per farci più vicini al fratello che soffre, malato, abbandonato; ad ogni fratello, anche fa quello senza fede, senza speranza, senza amore. Solo il dono dello Spirito può farci capaci di fare questi passi verso gli altri ed essere loro più vicini. Sappiamo che, se facciamo questi passi, dopo Gesù ci riconoscerà, come è scritto nel Vangelo di Matteo al capitolo 25: "Voi che mi avete aiutato, che mi avete riconosciuto nei fratelli più piccoli, entrate nel Regno". Quelli che non l'hanno riconosciuto nei più piccoli, sappiamo che non potranno entrare nel Regno dei Cieli. Ecco un nuovo impulso per la carità fra di noi e per pensare di più ai poveri, ai malati, ai profughi, ecc.. Altro dono: "nella sapienza e nell'amore superiate ogni difficoltà". Tante volte abbiamo fatto questa esperienza nella nostra vita e abbiamo detto: "se avessi saputo, se avessi pensato, non avrei fatto così". Davvero di questo dono della sapienza ne abbiamo proprio bisogno tutti noi, tutti i genitori per educare i loro figli, tutti gli educatori, i sacerdoti, il Papa, tutti i responsabili del mondo. Tutti abbiamo bisogno di questo spirito di sapienza e di amore per superare le difficoltà che sono tante, nella Chiesa e nel mondo. La Madonna ci incoraggia e noi vogliamo sicuramente che questo succeda per poter superare le difficoltà.
Alla fine la Madonna si presenta ancora come Colei che è con noi: la Sua presenza. Pensiamo che ci stiamo preparando al 19° anniversario. La Sua presenza qui è il grande messaggio nuovo. E solo per questa Sua presenza speciale si può capire tutto quello che succede in Medjugorje da 18 anni e 11 mesi nei cuori di tanti. Vogliamo ringraziare per questa realtà, per le parole "Io sono con voi" e anche per la sua potente preghiera di intercessione: "intercedo per ognuno di voi presso Gesù". Ecco la forte Madre che prega per noi e ci dà tanta speranza e tanto coraggio per andare avanti.

PREGHIERA FINALE
Per intercessione della Vergine Madre Maria, Signore, Dio, nel nome del Tuo Figlio Gesù, Ti chiediamo di darci la grazia di rinnovarci in questo tempo. Manda lo Spirito Santo in pienezza in ogni cuore, nel cuore dei genitori, dei figli, dei giovani, dei malati, degli abbandonati, dei non credenti, soprattutto nei cuori dei responsabili della Chiesa e del mondo. Fa' che possiamo nella forza dello Spirito e nella Sua sapienza risolvere tutti i problemi, superare tutte le difficoltà; che possiamo liberarci nella forza dello Spirito da tutti i peccati per vivere nella libertà e nell'amore. Il Signore benedica tutti i malati, tutti quelli che hanno chiesto le nostre preghiere, tutti i disperati, tutti quelli che si trovano in punto di morte, tutti coloro che li assistono, affinché tutto il mondo si rinnovi per la forza del Tuo Spirito Santo. Signore, Ti ringraziamo per la presenza di Maria in questi tempi e per la Sua intercessione. Benedici noi, tutti i pellegrini, tutti i gruppi di preghiera, tutti coloro che vogliono venire o che sono venuti e dacci la grazia di rimanere fedeli. Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Padre Slavko

Per confrontare i messaggi con altro linguistico verso assortire

Perché Dio possa vivere nei vostri cuori, dovete amare.