Festa di San Giacomo Apostolo, Patrono della Parrocchia di Međugorje

Other languages: English, Čeština, Deutsch, Hrvatski, Italiano

Il 25 Luglio la Parrocchia di Međugorje ha celebrato la Festa del suo Santo Patrono, San Giacomo Apostolo.

Secondo la tradizione la Celebrazione Eucaristica mattutina, che si è svolta nel parco vicino alla Chiesa Parrocchiale, è stata preceduta dalla Processione con la statua di San Giacomo e dal canto delle Litanie dei Santi. Quest’anno l’onore di portare la statua è stato dato a coloro che vivono nella zona di Međugorje chiamata Ostojići.

La Santa Messa è stata celebrata da Fra Ljudevit Lasta, Parroco di Šuica, e concelebrata da Fra Mika Stojić, da Fr. Petar Vlašić, e da circa venti Sacerdoti locali e stranieri. La maggioranza dei fedeli che hanno assistito alla Santa Messa erano parrocchiani, insieme ad alcuni pellegrini. Dopo la Messa in Processione, e cantando le Litanie dei Santi, la statua di San Giacomo è stata riportata in Chiesa.

La Messa serale presso l’altare esterno è stata presieduta da Fra Karlo Lovrić.

La Parrocchia di Međugorje è stata fondata nel 1892 ed è stata posta sotto la protezione di San Giacomo Apostolo. Solo cinque anni più tardi, nel 1897, grazie agli sforzi del Parroco e dei parrocchiani, fu costruita la Chiesa Parrocchiale. La costruzione non era abbastanza stabile e fu necessario costruire una nuova Chiesa, che è stata benedetta il 19 Gennaio 1969.

San Giacomo Apostolo, come suo fratello Giovanni, era figlio di Zebedeo, pescatore nel lago di Galilea e amico di Pietro ed Andrea. Insieme con loro Giacomo era stato in precedenza discepolo di Giovanni il Battista e poi divenuto discepolo di Gesù e “pescatore di uomini”. Giacomo, uno dei più intimi discepoli di Gesù, con Pietro e Giovanni è stato presente alla risurrezione della figlia di Giairo ed alla Trasfigurazione di Gesù. Egli era tra coloro che erano con Gesù durante la sua agonia nel Giardino del Getsemani. Giacomo fu il primo tra gli apostoli a dare la vita per il Vangelo nel 43/44 sotto il regno del Re Erode Agrippa I.

Dal IX secolo San Giacomo è venerato in Europa. Quando i Musulmani occuparono la Terra Santa, i pellegrini ritornando da Gerusalemme portarono le sue reliquie nella città di Compostella in Spagna, che per questo è diventata il principale punto di ritrovo di tutti i pellegrini che volevano ma non potevano visitare il Sepolcro di Gesù. San Giacomo è stato dichiarato Patrono dei pellegrini. Egli viene rappresentato come un pellegrino con un bastone in mano, un recipiente per l’acqua ed una conchiglia per bere.

 

Perché Dio possa vivere nei vostri cuori, dovete amare.