Medjugorje Libro Bigio

Aprite i vostri cuori a Maria Regina Della Pace

Other languages: English, Italiano
Contenuto dell'articolo
  1. Il messaggio di Medjugorje
    1. I MESSAGGI
    2. I DIECI SEGRETI
    3. IL SECOLO DI SATANA
    4. IL SECONDO TIPO DI APPARIZIONI
    5. «CONVERTITEVI»
    6. IL GRUPPO DI PREGHIERA
    7. LA MADONNA GUIDA LA PARROCCHIA
    8. I MESSAGGI DEI GIORNI DI PASQUA
    9. ALCUNI PUNTI ESSENZIALI
    10. PROFEZIE FALSE E PROFEZIE VERE
    11. LA PACE È UN ATTEGGIAMENTO POSITIVO E INTERIORE
    12. PER IL CRISTIANO NON ESISTE ALCUNA PAURA
    13. PER OTTENERE LE GRAZIE OCCORRE APRIRE IL CUORE
    14. NON COMPLICATE LA VITA. LASCIATEVI GUIDARE DA DIO
    15. L'IMPORTANZA DELLA PREGHIERA
    16. COME ARRIVARE NELLA PROFONDITÀ DELLA PREGHIERA
    17. MEDITAZIONI SULLA PREGHIERA
  2. «Questo è luogo di preghiera»
  3. La preghiera proviene da un gran desiderio di Dio e della salvezza delle anime
  4. «Fatevi una coscienza attiva»
  5. Accettare i messaggi con un'apertura del cuore
  6. «Siate forti ,nella fede e proteggete la fede del vostro popolo»
  7. Preghiera vuol dire cercare Dio
  8. Si impara a pregare: pregando, digiunando e amando
  9. La pace è la radice di tutta la vita
  10. Ho capito che tu vuoi una preghiera continua
  11. Mettetevi in silenzio ad ascoltare
  12. «Aprite i vostri cuori, chiedete a Dio, io chiederò per voi»
  13. La forza dei messaggi
  14. «Il vostro compito è accettare la pace divina, viverla e diffonderla»
  15. È pericoloso mettersi davanti al Vangelo, perché esige
  16. Tutto il Rosario
  17. Che significa pregare il Rosario?
  18. Bisogna capire un cammino
  19. Radice spirituale dalla quale vengono i frutti delle beatitudini: un abbandono totale
  20. «Date tutte le vostre preoccupazioni al Signore»
  21. Se il viso della Madonna non risplende sui vostri visi, allora è inutile parlare della Madonna
  22. Dovete decidervi a vivere per Dio, con Dio, in Dio
  23. La preghiera è un colloquio con Dio
  24. Abbandonatevi al Cuore Immacolato
  25. «Io sono la vostra Madre, miei amati, e sono venuta ad insegnarvi ad amare»
  26. Se non abbiamo capito la Croce, non capiremo mai niente della vita cristiana
  27. Si deve cominciare a pregare, cominciare con la Madonna
  28. Invocate Gesù nei vostri cuori

INTRODUZIONE

Scopo di questa raccolta non è quello di aggiornare sugli sviluppi delle apparizioni di Medjugorje, ma bensì di riunire in un solo volume le meditazioni registrate dalla viva voce di P. Tomislav Vlasic e P. Slavko Barbaric nel periodo che va dalla Pasqua 1984 alla fine dello stesso anno, facendo proprie le riflessioni di P. Tomislav Vlasic che il 6 ottobre 1984 diceva:

«Le apparizioni di Medjugorje non possono essere capite così come sono quelle di Lourdes e di Fatima perché le apparizioni a Lourdes e Fatima sono state soltanto alcune e poche.

Qui si tratta di un cammino di tre anni e tre mesi.

Allora per capire i messaggi della Madonna qui bisogna capire un cammino. Quando dico alla gente "pregate", si capisce solo la preghiera così, com'è in senso generale. Ma quando si parla qui della preghiera c'è un intero cammino della gente e lungo il cammino la Madonna ci dava delle spinte, ci spiegava le cose.

Allora tutto questo cammino è un messaggio della Madonna.

La situazione, come la vedo io adesso, è questa: proprio per i pellegrini che vengono dovrebbero essere dettagliati i messaggi perché la gente possa essere nutrita.

Vedo questi livelli. Un livello della gente che viene per la prima e la seconda volta, perché si sente attratta dalla Madonna: è la gente la quale deve ricevere i messaggi generali per essere spinta alla preghiera, al digiuno, alla conversione.

C'è la gente che è stata diverse volte e si è incamminata sulla strada dei messaggi. Ha fatto un pezzo della strada e questa gente bisogna nutrirla con altri messaggi.

Cioè non con altri messaggi nel senso di qualche cosa di nuovo,ma per spiegare quello che la Madonna diceva alla Parrocchia lungo il cammino per spingere la gente avanti. In questo secondo gruppo senz'altro ci sono i sacerdoti, i religiosi e le religiose, i quali vogliono un cammino più approfondito e devono vivere un cammino approfondito.

Su questo livello, a mio parere, siamo già entrati in un tempo in cui dobbiamo dare un nutrimento alla gente.

Guardando i libri che avete anche in Italia (quello di Laurentin, quello di Rupcic) tutti quanti sono i libri per la gente la quale deve incamminarsi. Sono le notizie.

Non esiste nessun libro, fino adesso, scritto sul modo approfondito, spirituale, per aiutare il cammino della gente che si è incamminata sulla strada dei messaggi.

E mi sembra che siamo in un tempo quando qualche cosa dobbiamo fare su questo livello per seguire la gente che è avanzata sulla vita spirituale, già mossa da questi avvenimenti di Medjugorje».


* *


Nei testi potranno rilevarsi imprecisioni imputabili sia alla difficoltà dei Padri di esprimersi in italiano, sia al fatto che gli stessi non hanno avuto modo di correggere le bozze.

I redattori di questo libro, pertanto, si assumono la piena responsabilità delle trascrizioni dei testi di cui garantiscono, in ogni caso, l'autenticità.

Alberto Bonifacio - Mario Brughera

Il messaggio di Medjugorje

La prima parola è «Buona Pasqua» e benvenuti.

lo vi parlerò soltanto un po' della storia delle apparizioni, dato che molti la conoscono già. Dirò le cose essenziali sulle apparizioni e poi quello che sta succedendo adesso. Alla fine farò una riflessione sul livello spirituale, così che voi potete prendere i messaggi sul livello spirituale e viverli.

Qui a Medjugorje ci sono due fenomeni delle apparizioni. Un fenomeno delle apparizioni in senso stretto della parola: cioè 4 ragazze e 2 ragazzi vedono la Madonna come tutte le altre persone, tridimensionale, possono toccarla, parlano con la Madonna. cantano, pregano: ecco, c'è un rapporto reale.

I MESSAGGI

Queste apparizioni sono incominciate il 24 giugno 1981 e continuano guardando il gruppo, com'è il gruppo, ogni giorno. All'inizio la Madonna si è presentata e ha detto: «Io sono la Regina della Pace»; e il primo messaggio che ha mandato al mondo è il messaggio della pace. Questo messaggio, è il messaggio essenziale attorno a cui tutto ruota. Il contenuto del messaggio è questo:

«Il mondo con queste tensioni cammina sulla strada di perdita. Deve avere la pace se vuole essere salvato, però la pace l'avrà soltanto se troverà Dio; quelli i quali trovano Dio trovano nel loro cuore una gioia, dalla quale proviene la pace».

Ecco il secondo messaggio il quale si è ripetuto mille volte: «Convertitevi, convertitevi, convertitevi».

Poi il messaggio della preghiera e del digiuno. La Madonna disse: «Ci sono molti cristiani i quali non sono più credenti perché non pregano. Perciò cominciate almeno con sette Padre nostro, Ave Maria, Gloria al Padre e un Credo ogni giorno. Digiunate al venerdì a pane e acqua. Il digiuno non può essere sostituito con la preghiera e l'elemosina; soltanto gli ammalati possono sostituirlo con la preghiera e l'elemosina».

Poi ha sottolineato il bisogno della confessione mensile per una piena partecipazione all'Eucarestia.

Una volta si è pronunciata per l'Eucarestia dicendo: «Quei cristiani i quali vanno in chiesa senza preparazione, senza comunione, senza ringraziamento è meglio che non vadano perché induriscono nel cuore».

E disse alla veggente Jelena: «Tu quando vai in chiesa, appena ti incammini dalla casa, mettiti a preparare per la Messa e non uscire mai dalla chiesa senza ringraziare Dio».

Ecco i messaggi sono questi:

LA PACE, LA PREGHIERA, IL DIGIUNO, LA VITA SACRAMENTALE E LA CONVERSIONE URGENTE.

I DIECI SEGRETI

Tutti i veggenti dicono di aver visto il Paradiso e il Purgatorio; quattro di loro hanno visto l'Inferno; due ragazze hanno pregato la Madonna di non vederlo perché avevano paura. Questi veggenti dicono che la Madonna già dall'inizio ha detto di affidare ai veggenti dieci segreti per l'umanità: fino adesso otto segreti sono già stati affidati a Vicka, dieci segreti a Mirjana, agli altri veggenti nove segreti. Spero che i nomi dei veggenti voi li conosciate; sono:

Vicka Ivankovic, Ivanka Ivankovic, Jakov Colo, Ivan Dragicevic, Mirjana Dragicevic e Marija Pavlovic.

I veggenti dicono che i dieci segreti si riferiscono al mondo intero e sono collegati tra di loro in una catena. Perché ci sono altri segreti, cioè i segreti personali per i veggenti, oppure per certe persone, i quali sono legati con questi avvenimenti futuri del mondo. Tra i dieci segreti c'è un segreto, cioè la promessa della Madonna di lasciare un segno visibile sul luogo delle apparizioni qui a Medjugorje. Questo segno, i veggenti dichiarano di averlo visto nella visione; dicono che è molto bello, permanente, indistruttibile. Sarà dato per tutta l'umanità qui a Medjugorje e con questo segno saranno legati molti miracoli. Cinque dei veggenti conoscono la data alla quale il segno avverrà; tutti sottolineano che questo periodo fino al segno visibile è un periodo di grazia e di approfondimento della fede. Riguardo ai segreti e al futuro del mondo, qualcosa di più ci dice Mirjana.

Mirjana dal Natale '82 non ha più le apparizioni quotidiane: quel giorno. ha ricevuto l'ultimo segreto per l'umanità e ha ricevuto le date di tutti i segreti..

Quel giorno la Madonna disse: «Adesso rivolgiti a Dio tramite la fede come tutti gli altri. Ti apparirò per il tuo compleanno e quando avrai delle difficoltà nella vita». Dopo la Madonna è apparsa due volte per il suo compleanno: 18 marzo '83 e '84. .

Questa 'veggente dice che prima del segno visibile saranno svelati tre segreti per il mondo. I tre segreti saranno tre ammonizioni al mondo e saranno preavvisati dalla veggente tre giorni prima.

La veggente dirà a un sacerdote quello che dovrebbe succedere. Dopo tre ammonizioni, verrà il segno visibile e dopo il segno, se il mondo non si converte, verrà il castigo. La veggente dice: «Il castigo verrà di sicuro, perché non c'è da aspettare la conversione di tutto il mondo, però può essere diminuito».

A proposito di questo, dice: «Il settimo segreto è già cancellato. Il settimo segreto è un male, è stato dedicato al mondo per i peccati, a ragione dei peccati, ed è cancellato perché molta gente ha digiunato e ha pregato».

Da qui si vede che con la penitenza, con il digiuno e con la preghiera il castigo può essere diminuito. Perciò la Madonna spinge sempre: «Pregate, digiunate e convertitevi».

Ho fatto una domanda a Mirjana: «Questo tempo fino agli avvenimenti futuri è lungo o piuttosto breve?». Rispose: «Secondo me è breve». Ma che cosa vuol dire breve io non lo so; si tratta di mesi, di anni o di decenni? Non lo so. Comunque ha detto: «Questo periodo è breve». Poi ho posto un'altra domanda: «Tu che cosa dici al mondo di oggi?». Rispose: «Convertitevi al più presto e aprite i vostri cuori a Dio».

IL SECOLO DI SATANA

Questa ragazza veggente il 14 aprile 1982 ha avuto una apparizione particolare. Mentre aspettava la Madonna è venuto Satana travestito da Madonna. Scrive: «Era brutto, bruttissimo. Non potevo neanche immaginarlo, mi uccideva con il suo sguardo, quasi sono svenuta. Mi diceva: «Devi lasciare Dio, devi lasciare la Madonna; ti faranno soffrire, vieni con me, ti farò felice nell'amore, nella vita!». Nel mio cuore risuonava: No, No, No! Allora Satana si è allontanato ed è venuta la Madonna, la quale mi disse: «Scusami per questo, ma tu devi sapere che Satana esiste e ha chiesto il permesso a Dio di provare la Chiesa per un certo periodo con intenzione di distruggerla. Dio gli permise un secolo e disse: "Non la distruggerai". Questo secolo in cui voi vivete è sotto il potere di Satana. Quando saranno realizzati i segreti affidati a voi, il suo potere sarà distrutto. Satana è diventato aggressivo, perché sta perdendo il potere. Sta distruggendo dei matrimoni, mettendo dei litigi tra sacerdoti, ossessiona le persone, uccide anche delle persone. Perciò proteggetevi con la preghiera, con il digiuno, anzitutto con la preghiera comunitaria. Rinnovate l'uso dell'acqua. benedetta, portate con voi e mettete nelle vostre case i segni sacri benedetti».

A proposito di questa visione, qui ci sono stati alcuni esperti stranieri, i quali dicono che questa visione concorda con quella di Leone XIII di un secolo fa, quando ha visto in visione la Chiesa attaccata dai demoni in una visione apocalittica. Dopo di che ha introdotto la preghiera a S. Michele arcangelo, recitata dai sacerdoti dopo la Messa fino al Concilio.

Altri cinque veggenti continuano con le apparizioni quotidiane. Le apparizioni sono adesso abbastanza brevi, di un minuto. La Madonna non dà tante risposte, ma spinge sempre verso il Vangelo, verso. la penitenza e la preghiera.

* La Madonna le è successivamente apparsa il 25 agosto ed il 13 settembre 1984 (v. pago 117).

I particolari legati a questi cinque veggenti nell'ultimo anno sono questi.

Cominciando dal 7 gennaio '83 la Madonna ha raccontato a tutti i veggenti alcuni episodi della sua vita. A Vicka sta raccontando la sua vita ogni sera. Tutto questo sarà pubblicato, quando la Madonna lo dirà. Dalla metà del luglio 1983, la Madonna sta raccontando a Ivanka il futuro del mondo. Anche questo la veggente lo deve scrivere tutto e dopo, quando la Madonna lo dirà, pubblicarlo. Gli ultimi messaggi più forti sono stati dati in autunno.

In settembre la Madonna disse tramite Jakov: «Già ho detto diverse volte che la pace del mondo sta in crisi; fatevi fratelli tra di voi, aumentate le preghiere e i digiuni per essere salvati». Jakov ha detto di dire questo a tutti. Poi, il 30 novembre '83, disse a Marija di dire al sacerdote: «Devi subito avvisare il Vescovo e il Papa sull'urgenza e la grande importanza del messaggio per tutta l'umanità».

IL SECONDO TIPO DI APPARIZIONI

Altri particolari negli ultimi mesi sono legati all'intenzione della Madonna di guidare la Parrocchia sulla strada della consacrazione. Di questo vi parlerò dopo, legato ad un altro fenomeno. Cioè, oltre a questo fenomeno di sei ragazze e ragazzi veggenti, i quali hanno le apparizioni nel senso stretto della parola, ci sono due ragazzine, una di 11 e l'altra di 12 anni, le quali vedono la Madonna con il cuore. La vedono in modo diverso e non possono toccarla come gli altri sei veggenti. Si chiamano: Jelena Vasilj e Marijana Vasilj. Jelena ha quest'esperienza a cominciare dal 15 dicembre '82; Marijana con un'altra ragazzina ha visto la Madonna il Venerdì Santo dell'83. La Madonna dice a Jelena che se loro due continuano con la preghiera e il digiuno, riceveranno il dono della locutio interna, ossia sentiranno la sua voce. Marijana ha perseverato e ha ricevuto il dono della locutio interna il 5 ottobre '83 per il suo compleanno. Questo fenomeno nello stesso tempo è divergente e convergente all'altro fenomeno. Cioè tutto quello che la Madonna dice a quei sei, loro lo confermano. Però non sanno i segreti e la Madonna disse a Jelena all'inizio: «Io non intendo svelare i segreti tramite te, ma piuttosto guidarti sulla strada della consacrazione». Infatti in questa ragazzina vediamo una dinamica spirituale molto forte, con molte esperienze spirituali.

«CONVERTITEVI»

Tramite questa veggente, la Madonna disse il 25 aprile '83 un messaggio al mondo: «Dite a tutti i miei figli e a tutte le mie figlie che il mio cuore arde per voi. Io chiedo soltanto conversione, soltanto. conversione». Io dissi: «Questo devo dirlo al Papa?». Rispose: «A tutti al più presto». E continuò: «La parola che dico al mondo è "convertitevi". Io pregherò mio Figlio perché non punisca il mondo, ma voi convertitevi. Voi non sapete, non saprete e non potete sapere quello che Dio manderà al mondo; voi dovete convertirvi. Rinunciate a tutto e siate pronti per tutto. Ecco tutto quello che voglio dire al mondo: convertitevi».

Questo messaggio è dato in un clima di mille domande da parte del clero, del vescovo, dei sacerdoti, i quali dicevano: «Chissà se è apparsa, come è apparsa, perché è apparsa a Medjugorje, perché non è apparsa in un'altra parrocchia; perché, perché, perché...». Allora la Madonna disse: «La parola che voglio dire al mondo è: convertitevi».

IL GRUPPO DI PREGHIERA

Dal secondo anniversario delle apparizioni qui a Medjugorje, il 24 giugno '83, la Madonna, tramite questa veggente, sta guidando un gruppo di preghiera. La Madonna disse: «Io voglio un gruppo di preghiera. Possono parteciparvi tutti quanti, però io lo raccomando ai giovani perché sono più liberi dagli impegni e in modo particolare lo raccomando a quei giovani i quali vogliono vivere una vita consacrata». Adesso il gruppo è chiuso. La Madonna disse: «Io dirò quando gli altri gruppi potranno formarsi». Al gruppo chiede queste cose essenziali: un abbandono totale a Dio, la rinuncia ad ogni paura, perché disse: «Quando siete abbandonati a Dio, non c'è più paura nei vostri cuori». La preghiera ogni giorno al minimo tre ore; di mattina e di sera al minimo mezz'ora. Ha raccomandato la Messa quotidiana. Poi, due volte alla settimana, il digiuno a pane e acqua; già da cinque mesi chiede al gruppo tre giorni consecutivi di digiuno per alcune necessità nella Chiesa.

In modo particolare ha poi sottolineato che il gruppo porti l'amore verso i nemici, di non calunniare, non portare rancore, ma soltanto l'amore e la benedizione. Al gruppo ha chiesto di seguirla per quattro anni e durante questo periodo di non scegliere le vocazioni, non andar nel convento, non sposarsi. Io dissi: «perché neanche nel convento?». Rispose: «Tutti siete liberi, potete prendere parte al gruppo o no, ma io pongo queste condizioni al gruppo e dico per i cristiani, tutti i cristiani, che la cosa più importante è di entrare nella profondità della preghiera e dopo si potrà fare una scelta giusta».

Tramite Jelena ha espresso il desiderio diverse volte l'anno scorso, che il mondo si consacrasse al Cuore di Gesù e al Cuore Immacolato. In modo particolare questo ha sottolineato in autunno e ha dettato due preghiere di consacrazione ai Sacri Cuori. Le abbiamo tradotte anche in lingua italiana.

Nell'ultima settimana dell'Avvento, la Madonna disse: «Cominciate ad invocare lo Spirito Santo ogni giorno in chiesa». Dopo ha raccomandato che l'invocazione dello Spirito Santo non si faccia soltanto in chiesa, ma anche nella famiglia e ha detto: «Ogni mattina pregate al minimo cinque Padre nostro, Ave Maria, Gloria al Padre, come espiazione delle piaghe del Signore e un sesto Padre nostro, Ave Maria e Gloria al Padre per le intenzioni del Sommo Pontefice. Pregate l'Angelus, fate le consacrazioni ai Sacri Cuori e invocate lo Spirito Santo. Ogni mattina almeno così» .

Quando si nomina il tema della preghiera allo Spirito Santo, questo tema è molto sottolineato dalla Madonna. Proprio una volta disse: «Molta gente prega in modo sbagliato, chiede delle grazie, ma pochi chiedono la grazia dello Spirito Santo. Ma proprio quelli i quali ricevono il dono dello Spirito Santo, hanno già ricevuto tutto. Perciò chiedete prima di tutto il dono dello Spirito Santo».

LA MADONNA GUIDA LA PARROCCHIA

Nell'inizio dell'anno '84 tramite Jelena, la Madonna ha espresso il desiderio che i parrocchiani si raccogliessero una sera durante la settimana e noi abbiamo deciso di essere raccolti il giovedì sera per essere guidati dalla Madonna.

Il nostro primo incontro è stato il 10 marzo. Allora, tramite Marija, la Madonna dette il primo messaggio per la Parrocchia:

«Cari figli, io ho scelto questa Parrocchia in modo particolare, perché voglio guidarvi e proteggervi nell'amore. Grazie perché siete venuti. Venite sempre più numerosi e state attorno a mio Figlio e attorno a me. Ogni giovedì vi manderò un messaggio». E così ha proseguito e ogni giovedì ci ha dato un messaggio.

lo faccio soltanto un breve riassunto di quello che la Madonna ci diceva. Una volta ha espresso il desiderio che tutti i parrocchiani siano veramente convertiti, affinché questa comunità diventasse una fonte delle conversioni per tutti quelli che vengono qua. Poi ha sottolineato l'adorazione al Santissimo in modo particolare. Poi la venerazione delle piaghe del Signore, in modo particolare la venerazione della piaga del costato.

Una volta disse: «Smettete di parlare, ma pregate per l'unità della Parrocchia perché io e mio Figlio abbiamo un programma particolare legato a questa Parrocchia».

L'ultimo giovedì, Giovedì Santo, disse: «Prendete parte ai miei sentimenti, pregate, pregate, pregate». Attraverso Jelena il 1° marzo, cioè nel primo incontro della Parrocchia, dette questo messaggio: «Ogni giovedì leggete di nuovo e vivetelo il brano dal Vangelo di Matteo 6,24 fino a 34, dove si dice: «Non si può servire a due padroni! Non preoccupatevi, guardate gli uccelli del cielo, cercate prima di tutto il Regno di Dio, ecc.». Dopo vedrete che questo brano del Vangelo non è scelto dalla Madonna a caso, ma proprio perché rispecchia il contenuto della pace di cui parla la Madonna. La stessa sera disse a Jelena: «Ogni giovedì quelli che fumano rinuncino a fumare almeno quel giorno; quelli i quali consumano alcol, rinuncino; altri rinuncino a qualche piacere e se ci sono dei generosi, possono anche digiunare».

Il 21 marzo disse a Jelena: «Oggi mi rallegro con tutti i miei angeli. La prima parte del mio programma è già realizzata». Poi si è fermata e ha pianto dicendo: «Non so che cosa dire. Ci sono tanti uomini che vivono nel peccato! Anche qui tra di voi ci sono alcune persone le quali trafiggono il mio cuore. Pregate e digiunate per loro».

Il giorno dopo, il 22 marzo disse a Jelena: «Ieri vi ho detto che la prima parte del mio programma è già realizzato; adesso rivolgetevi alla seconda parte digiunando e pregando, perché anche la seconda parte sia realizzata».

I MESSAGGI DEI GIORNI DI PASQUA

Un messaggio particolare durante la Quaresima è stato detto per il Sabato Santo. La Madonna disse: «Preparatevi in modo particolare per il Sabato Santo. Non domandatemi perché il Sabato, ma vi dico: preparatevi per il Sabato Santo».

Adesso vi dirò quello che la Madonna disse ieri sera. Cercherò di tradurlo. Prima di dire quello che ha detto ieri, il Venerdì Santo disse questo: «Dovete essere molto allegri. Oggi Gesù è morto per la vostra salvezza. È disceso all'Inferno, ha aperto la porta del Paradiso e ha aperto la porta del Paradiso del vostro cuore; allora dovete essere allegri».

Mi ha colpito proprio perché la Madonna non piangeva e non richiamava alla penitenza, ma proprio il Venerdì Santo disse: «Dovete essere molto allegri».

Ieri sera Jelena e Marijana hanno avuto proprio una meditazione. Ecco io cercherò di dirvi più o meno traducendo il contenuto del messaggio. Jelena dice così: la Madonna disse «Alzate le vostre mani, anelate Gesù, perché Lui in questi momenti della sua Resurrezione vuole darvi delle grazie. Dico a tutti di essere entusiasti della Resurrezione di Gesù. Riflettete, riflettete su questo. Io lodano il cielo e la terra perché è risorto». Poi, dopo un silenzio, disse: «Noi tutti nel cielo siamo allegri, però abbiamo bisogno della gioia dei vostri cuori. Il mio dono e il dono di mio Figlio Gesù che vi offriamo adesso, è questo: sarete alleggeriti nelle vostre prove. Vi saremo vicini nelle prove, vi diremo la strada di uscita, se voi ci accettate». Non so se è una traduzione buona, ma comunque: «Adesso nei momenti delle prove sarete in modo particolare aiutati e le prove saranno più facili per voi». Poi aggiunse: «Pregate molto, pregate domani» - cioè oggi - «che Gesù sia veramente risorto, affinché Gesù sia veramente risorto nelle vostre famiglie. Ci sono molti litigi e io li voglio trasformare nella resurrezione e nella pace. Voglio che qualche cosa sia nato nei vostri cuori. Non dite: «Adesso è finito l'anno della Redenzione e non abbiamo bisogno di pregare», anzi, rafforzate le vostre preghiere. L'anno della Redenzione sia per voi soltanto un passo nella vostra vita».

Jelena ha visto Gesù risorto e dalle sue piaghe veniva una luce brillante. Gesù benedice tutti, dicendo a tutti di rivivere le grazie e la gioia nei propri cuori in ogni momento e di dire a tutti quanti nel mondo che la salvezza viene soltanto da Lui. La Madonna disse alla fine: «Figli miei, grazie! Continuate a risvegliare la Resurrezione di Gesù in tutti gli uomini».

Poi Marijana aggiunse: «La Madonna ha detto ancora questo: «Cari figli, oggi sono molto lieta perché molti fedeli veramente hanno vissuto il Sabato Santo come io ho desiderato». Ecco queste sono le ultime notizie, gli ultimi messaggi.

ALCUNI PUNTI ESSENZIALI

Io vi ho detto soltanto qualche cosa riguardo al contenuto dei messaggi, cioè, sul contenuto di come la Madonna ha guidato il gruppo di preghiera; di come ha guidato Jelena e Marijana, si potrebbero scrivere libri, ma purtroppo noi fino adesso non possiamo farlo. Comunque vi dico adesso alcuni punti essenziali, così che voi potete seguirli.

Prima di tutto voglio dirvi questo: la Madonna sta guidando il gruppo di preghiera su un livello interiore. Le persone che vogliono organizzare un gruppo di preghiera, è inutile che cerchino le strutture da noi, perché la Madonna qui non parla delle strutture, ma guida interiormente. Quello che noi possiamo offrire ai leader dei gruppi, sono le esperienze fatte lungo il cammino con la Madonna. Ma dico subito a quelli i quali vogliono organizzare i gruppi di preghiera: consacratevi alla Madonna totalmente e vi garantisco che Ella sarà tra di voi e vi guiderà sulla strada interiore. Due settimane fa una signora di Milano ha posto una domanda alla Madonna tramite Jelena: «Cara Madre, ecco noi siamo venuti da Milano a visitarti, quando Tu vieni a Milano a visitarci?» La Madonna rispose: «Quando mi aprite i cuori».

Ecco, questa è la risposta per tutti quelli che cercano la Madonna e vogliono seguire questa strada. Veramente la Madonna è presente lì, dove c'è una vera apertura del cuore e guida ogni gruppo e ogni persona. Perciò vi dico che è inutile chiedere le strutture, perché come ho visto con questo gruppo di preghiera, la Madonna ha uno scopo preciso.

PROFEZIE FALSE E PROFEZIE VERE

Devo chiarirvi alcune cose, perché voi possiate camminare veramente sulla strada della vita spirituale. C'è gente che viene qui e subito, quando sente parlare che queste apparizioni sono le ultime apparizioni della Madonna sulla terra, quando sente parlare dei segreti, subito piglia paura e comincia a dire: «Presto c'è una catastrofe, presto verrà la guerra, presto vengono i guai». La Madonna disse questo: «Quelli i quali dicono che a tale data, tra un anno, ci sarà una catastrofe, sono tutti quanti profeti falsi. Io sempre dicevo: convertitevi, convertitevi, convertitevi. Dalla vostra conversione dipende il vostro futuro». E così qui si vede come è fatta la differenza tra le profezie false e le profezie vere. Cioè le profezie false sono sempre fatalistiche, mentre le profezie bibliche sono sempre condizionate: «Se Ninive si converte, non sarà distrutta». Ecco, dipende da noi e perciò la Madonna sempre sottolinea i messaggi della pace, della preghiera e del digiuno.

LA PACE È UN ATTEGGIAMENTO POSITIVO E INTERIORE

Tramite Jelena la Madonna disse: «L'amore è la pace, la pace è l'amore». E quando si parla qui della pace, dovete capirla come una realtà spirituale più profonda, un atteggiamento, un dono più profondo, dal quale proviene ogni altro dono. Jelena ci spiega proprio questo atteggiamento della pace, dicendo: «Alla Madonna non piace parlare del peccato, ma quando deve parlare del peccato sembra che pianga, perché dall'inizio della sua vita ha vissuto tutto in senso positivo, era un'assenza del peccato».

Perciò dice: «Non pensate alle guerre, ai castighi, al male. Neanche pensate a questo, perché se voi lo pensate siete proprio sulla strada di entrarvi. Il vostro compito è di accettare la pace. divina, viverla e diffonderla». Da qui si vede che cos'è la pace: un atteggiamento totalmente positivo. E adesso potete capire da quel brano del Vangelo di Matteo 6,24 fino a 34, quando la Madonna chiede un abbandono totale su tutti i livelli, perché voi potete arrivare alla pace vera che vuole da Madonna. Quando la Madonna dice: «Convertitevi», bisogna fare un passo avanti. Una maggioranza della gente che viene per la prima volta qui, si trattiene su un livello superficiale, su un livello terrestre; cioè, chiedono la grazia della guarigione, di risolvere il problema del matrimonio, dei figli, di risolvere questo e quel problema, ma sempre su un livello terrestre. Su questo livello, la pace divina non si può trovare, perché su questo livello tutto crolla, e se noi stiamo soltanto su questo livello, allora siamo in situazione di portare le paure dentro il nostro cuore. Perciò ci sono le paure per il futuro, perciò ci sono dei fanatici cristiani che portano la paura agli altri, perché dicono che la Madonna minaccia, ecc. Ma per risolvere questo problema dobbiamo guardare realmente la nostra vita e la vita cristiana.

PER IL CRISTIANO NON ESISTE ALCUNA PAURA

Io sono sicurissimo e lo so: io presto subirò una catastrofe, tra qualche mese, tra qualche anno, nell'ospedale, nella casa oppure sulla strada oppure da una bomba atomica, per me è lo stesso: io muoio. È la mia catastrofe. Unica catastrofe della mia vita terrestre. Credo che anche voi siete sicuri di subire questa catastrofe. Anzi sicurissimi. Però se noi chiudiamo gli occhi e ci comportiamo come se non ci fosse la morte, allora siamo in un inganno e cerchiamo di proteggerei, di salvarci da questa catastrofe. Invece noi cristiani non subiremo una catastrofe, perché per noi la vita consiste essenzialmente nella vita eterna. Questa vita è un passaggio. Questo dico in modo particolare dopo la mia esperienza vissuta qui, perché in un certo modo noi qui, attraverso i veggenti, abbiamo potuto palpare il Cielo, il Paradiso, perché i veggenti tutti hanno visto il Paradiso. Tre di loro hanno vissuto un'esperienza di essere portati in Cielo.

Ecco, se sul serio si accetta la vita eterna, allora non esiste più una catastrofe. Questa vita è soltanto un passaggio. Se noi veramente accettiamo questo, che è essenzialmente cristiano, allora sparisce la paura, non c'è più paura per il futuro e noi diventiamo capaci di accettare la pace divina, di viverla e diffonderla come dice la Madonna. Altrimenti noi non possiamo essere i messaggeri veri, parlando della pace e delle apparizioni di Medjugorje. Noi parleremo dei castighi, delle difficoltà, dei segreti e porteremo la paura. La Madonna diverse volte ha ripetuto: «Il vostro compito è di ricevere la pace divina, di viverla e diffonderla».

PER OTTENERE LE GRAZIE OCCORRE APRIRE IL CUORE

Devo spiegare un'altra cosa a quelli i quali vengono qua per chiedere le grazie di guarigione, ecc. La Madonna sempre rispose a tutti: «La cosa più importante è di credere, aver fede, pregare ogni giorno con la stessa intenzione, digiunare di venerdì ad acqua e pane. Per gli ammalati più gravi, pregate di più e digiunate di più».

Ma quando la Madonna dice che la cosa più importante è aver fede, non vuol solo dire: credere che Dio esista. La fede di cui parla la Madonna qui è un'apertura totale, un abbandono totale. Può aiutarci a capire quell'episodio - nel Vangelo di Giovanni al capitolo 40 - quando Gesù ha incontrato la samaritana. Hanno incominciato a parlare dell'acqua e Gesù è entrato nel suo cuore e ha trovato lì del male, perché ella si è sposata per sei volte: è un'adultera. È venuta. un'apertura del cuore. Ecco, Gesù vuol camminare con noi, perciò tutti voi, se volete ricevere qualche grazia, dovete mettervi sul cammino della fede. Forse non riceverete la grazia in soli cinque giorni, ma può darsi occorrano cinque mesi. Alcune grazie le riceverete già oggi. Però bisogna camminare. Per i consigli che voi spesso chiedete qui, vi dico: camminate coi vostri sacerdoti, coi capogruppo, nella fede. Dopo, lungo il cammino, si avvicina Gesù e chiarisce interiormente quello che dobbiamo fare.

NON COMPLICATE LA VITA. LASCIATEVI GUIDARE DA DIO

I messaggi più importanti della vita spirituale, a mio avviso, sono venuti negli ultimi mesi.

Quello essenziale che la Madonna disse è questo: «Se volete essere felicissimi fatevi una vita semplice, umile, pregate molto e non andate nella profondità dei problemi, ma lasciatevi guidare da Dio». Io ho riflettuto molti giorni su questo messaggio e l'ho visto come una cosa fondamentale, perché i problemi che noi portiamo sono frutto di una vita complicata, veramente complicata, che abbiamo complicato con diverse filosofie, ecc. Invece la Madonna ci porta a una sincerità e a una semplicità della vita. Diverse volte mi ha ripetuto in questo periodo, attraverso la veggente: «Non complicate le cose. Sì, voi potete camminare su una strada spirituale più profonda, però avrete delle difficoltà. Prendete la strada semplice, non entrate nella profondità dei problemi, ma lasciatevi guidare da Gesù Cristo».

Io ho capito questo e mi ha chiarito che le persone le quali vogliono andare nelle profondità dei problemi, aggravano la situazione e bloccano Gesù, il suo lavoro per noi. Ma mettersi a disposizione di Dio con semplicità, vuol dire lasciare tutto lo spazio a Dio, il quale è padrone della nostra vita e di tutti i misteri. Vedo un gran peccato del mondo in questo: che si è impossessato di molte zone della vita e ha preso il posto per se, dove doveva essere Gesù Cristo.

L'IMPORTANZA DELLA PREGHIERA

Riguardo alla metodologia della preghiera, la Madonna disse questo: «La cosa fondamentale per la preghiera è avere un gran desiderio di Dio e un gran desiderio di salvare le anime. Lasciatevi portare da questi desideri, di ringraziare Dio, proprio anelare a Dio, e di salvare gli uomini. Se voi avete questo desiderio, allora pregherete e troverete il tempo per la preghiera». Poi, la Madonna dice sempre che il fondo della preghiera, come un frutto dal quale viene tutto, è di arrivare a una pace interiore, a un abbandono totale. Dalla pace provengono i doni divini. Ma se voi siete agitati, allora non potete capire la volontà di Dio. E diverse volte disse: «Ogni agitazione viene da Satana».

COME ARRIVARE NELLA PROFONDITÀ DELLA PREGHIERA

Quello che voglio dirvi nelle ultime parole è questo: «Mettetevi a camminare sulla strada dei messaggi». Durante questo periodo ho capito che l'intera vita spirituale consiste nella preghiera profonda. Andare nella profondità della vita spirituale, vuol dire approfondire la preghiera. Ma nella profondità della preghiera si arriva pregando, digiunando e amando. Ho visto questi tre elementi molto sottolineati dalla Madonna durante questo periodo. Pregare però non con le labbra soltanto, ma col cuore. Digiunare; amare i nemici, amare i sofferenti, amate i vicini, amare tutti. Ecco con questi elementi si arriva a una preghiera profonda e si arriva a una vita spirituale. Vi dico di. nuovo: mettetevi sulla strada dei messaggi e della preghiera. E non dite mai: «Non ho tempo per pregare». Se lo dite è come dire: «Non ho tempo per Dio. Dio è per me inutile. Dio non può aiutarmi. Posso vivere senza Dio». Tutto questo significa: «Non ho tempo per Dio».

Dalla mia esperienza vi dico: cercate di pregare di mattina e di sera. Quelli i quali vogliono andare avanti nella vita spirituale, non devono pregare di mattina e di sera meno di mezz'ora. Almeno mezz'ora di mattina e di sera proprio per sentirsi di mattina in Dio e di sera in Dio. Allora vedrete come la vita spirituale dentro di voi si risveglia e sempre aumenta.

Al Venerdì Santo la Madonna disse tramite Jelena: «Vi dò un segreto spirituale, così che voi potete essere protetti dal peccato ed essere sempre in Dio». Ha detto questo: «Fatevi una coscienza attiva. Di mattina pregate e leggete un brano del Vangelo. Mettetelo nella vostra mente e nel vostro cuore e portate lo tutta la giornata dentro di voi. Nei momenti di crisi voi riflettete di nuovo e pregate Dio perché rafforzi quella parola dentro di voi».

Dopo ho capito che questo è fondamentale per la fede. Diverse volte la Madonna ci disse: «Se voi siete forti nella fede, Satana non può farvi nulla». Ma non dimentichiamo che essere forti nella fede vuol dire proprio avere questa coscienza attiva, cioè crescere, essere pieni della Parola di Dio in senso attivo, allora la persona vive la sua fede.

Bene, non voglio più stancarvi; è già un'ora che dura il nostro colloquio. Voglio soltanto dirvi che questa sera alle 18,15 comincia il Rosario, alle 19 la Messa. Prima della Messa i veggenti pregheranno sette Padre nostro, A ve Maria, Gloria al Padre e il Credo e invocano lo Spirito Santo. Dopo la Messa ci sarà la preghiera comune per gli ammalati. Durante le apparizioni non si può restare nella cappella, tranne i sacerdoti, le persone incaricate e i casi particolari. Quando diciamo "casi particolari" pensiamo agli infermi, come quel ragazzo sulla carrozzella. Almeno quelli farli entrare, perché sentono in un modo particolare il bisogno di essere lì. Per questo non siate delusi. La Madonna disse: «Per la gente è meglio restare nella chiesa pregando, invece di essere curiosi lì». Del resto nessuno può vedere niente di quello che vedono i veggenti. Molti hanno visto nel filmato quello che succede nelle apparizioni e tutti lo vedranno di sicuro tra qualche tempo.

Se ci sarà posto libero, permetteremo ai capi-gruppo di entrare oppure a qualche persona di ogni gruppo, se sarà possibile. Vi prego di accettare questa nostra raccomandazione, altrimenti, se la cappella è piena, i veggenti non possono entrare e si trattengono in un altro posto, dove avviene l'apparizione.

Dopo la Messa ci sarà la preghiera per tutti gli ammalati e si benedicono tutti gli oggetti. Per questa sera, la preparazione per la preghiera agli ammalati sarà un po' più lunga e più ampia. Ieri le cerimonie sono state un po' lunghe, perciò non ci poteva essere una preparazione, questa sera la faremo. Voglio ricordarvi: la Messa che si offre qui ogni sera - alle 19 ora legale, alle 18 ora solare - si offre per la pace nel mondo e per voi pellegrini. Vogliamo seguirvi ogni sera e preghiamo ogni sera per voi. Oggi molti gruppi nel mondo pregano con noi alla stessa ora per la pace e così ci sentiamo più uniti e più forti.

Adesso soltanto una cosa consolante per voi. Voi chiedete le grazie e la Madonna dice: «Potete riceverne quante ne volete, dipende da voi: pregate, pregate, pregate». Ecco vi lascio con queste parole. Cercate alla luce di queste parole di dare le risposte a voi stessi, perché soltanto una parola che viene dal vostro cuore, come una luce, è una risposta vera a ciascuno di noi. Vi lascio nella preghiera.

(P. Tomislav Vlasic - Medjugorje 22 aprile 1984 - domenica di Pasqua)

MEDITAZIONI SULLA PREGHIERA

Il messaggio più profondo della Madonna non sono le parole, ma la presenza della Madonna. Non potete capire i messaggi senza di questo. Oltre le parole si sente un'onda della grazia, una presenza che spinge, che porta oltre. Questo c'è da capire: la nostra strada verso la Madonna e verso Dio è proprio un aprirci, un permettere a Dio e alla Madonna di portarci avanti. È molto importante. E l'unica strada che si fa verso Dio e verso la Madonna è la preghiera.

 


Perché Dio possa vivere nei vostri cuori, dovete amare.