Medjugorje Libro Bigio

Aprite i vostri cuori a Maria Regina Della Pace

Other languages: English, Italiano

Mettetevi in silenzio ad ascoltare

Cari fratelli, ho detto che non voglio darvi informazioni oggi. Voglio che voi sentiate Dio e la Madonna nella liturgia. Se volete, potete sentirli. Adesso preferirei parlare al cuore di ciascuno di voi, come la Mamma celeste, nel silenzio. Soltanto nel silenzio potrete capire quello che Dio fa oggi qua.

Seguendo le letture, tutte le letture che voi sentirete oggi sono un cuore di Dio aperto verso di noi. Ci chiama: venite assetati, affamati. Poi dice il salmista che Dio si prende cura di ogni vivente. Segue S. Paolo con la sua esperienza: nessuno può staccarci da Gesù Cristo, neanche la morte. Oggi, neanche i vostri peccati, neanche le malattie, neanche la morte, ha detto S. Paolo. Ricordatevi: niente. Resta Gesù Cristo tra di noi.

Il Vangelo dice: «Ebbe compassione della gente». Quando tutti, anche gli apostoli, volevano mandare via la gente, negli alberghi: «Cercate, arrangiatevi, non rimanete qua», Gesù fa il miracolo. È Gesù che sta qua, è Lui che fa il miracolo e ci chiama.

Ecco, la liturgia di oggi ci porta nella profondità, ci porta ad assaggiare questo amore divino. Ma questa non è storia, perciò vi ho detto che non voglio dare delle informazioni oggi, voglio che voi possiate vivere Gesù Cristo qua. Io ho sentito ieri e oggi, che è per me il giorno più bello della mia vita.

È la festa più bella che ho vissuto tra la gente. È l'unico giorno fino adesso festeggiato bene. La gente purificata col digiuno, con la preghiera, con la penitenza, col Sacramento di riconciliazione. È il giorno il quale non è una fiera, ma è il giorno del Signore. Io dico non a memoria: ieri, oggi ho visto dei miracoli tra la gente, ci sono anche tra di voi coloro i quali hanno avuto esperienze indescrivibili.

Sarebbe meglio ascoltare tutti coloro che hanno sentito questi miracoli dentro di se, che sentire una predica. Perciò ho detto che non voglio dare le informazioni oggi. Voglio che voi viviate Gesù Cristo dentro il vostro cuore.

Gesù vuole abbracciarci oggi, vuole darci questo amore, però l'amore non si dà con la forza. Si ama soltanto la persona che ama, si dà soltanto alla persona che apre la mano. Allora bisogna essere aperti.

Ieri è venuta una donna di 80 anni facendo 120 km a piedi, scalza.

Oggi, un uomo è salito in ginocchio fino alla Croce.

Ho visto migliaia di persone digiunare a acqua e pane. Bambini, giovani e vecchi, sani e malati dicono: «sì, si può e siamo felici». Allora chi non è ancora aperto, si apra oggi. Non chiedete parole al sacerdote. Mettetevi in silenzio ad ascoltare quello che non si capisce con le parole,. Dio agisce dentro di noi. Vi raccomando il Rosario in mano. Continuate a confessarvi, a lasciare tutti i peccati, ad aprirvi, tutto il pomeriggio, tutto questo giorno per sentire l'Amore divino.

Lasciate tutti i ricordi e ricordini, è meglio andare a casa portando Dio dentro di se.

(P. Tomislav Vlasic - Medjugorje 5 agosto 1984)

 


Perché Dio possa vivere nei vostri cuori, dovete amare.